Dolori cervicali, colpa dei climatizzatori o no?

climatizzatori e problemi cervicali

Il dolore al collo, alla regione delle clavicole, alle spalle, è un problema che affligge tanta gente, eppure poco se ne parla o comunque spesso il disturbo è associato a eventi passeggeri e quindi nella maggior parte delle volte si sottovaluta o non gli si da la giusta considerazione.

Eppure quello dei dolori cervicali non è un sintomo da sottovalutare, anche perchè la parte interessata riguarda un insieme di tendini, ossa, muscoli e legamenti che insieme compiono ogni giorno un importantissimo compito per il nostro organismo, e cioè quello di sorreggere la testa che da sola è una della parti più pesante del nostro corpo e che è oggetto di tantissime sollecitazioni quotidiane come torsione, giramenti, flessioni, etc…

Ci capita spesso, sopratutto in estate di sentire gente che dice:

ho le cervicali perchè ho dormito con il climatizzatore acceso!“,

ma dunque la ragione del disturbo cervicale è legata all’uso dei climatizzatori?

La risposta è si ma non sempre. L’uso dei climatizzatori in modo sconsiderato e inopportuno può indubbiamente creare qualche problema, ma non è lecito parlare di disturbo cervicale solo in presenza di utilizzo di condizionatori d’aria.

C’è da dire che per le motivazioni di cui parlavamo sopra, i muscoli interessati, che nel disturbo cervicale si infiammano provocando dolore, sono sensibili a diverse interferenze esterne proprio perchè sollecitati continuamente e impegnati costantemente in una funzione di “stress“, per cui può bastare uno sbalzo di temperatura o un movimento repentino della testa per provocare l’infiammazione della parte interessata alle cervicali.

Cosa sono le cervicali?

Si tratta di sette vertebre che “impilate” costituiscono la colonna portante attraverso la quale il collo sorregge la testa. La parte posteriore del collo, si presenta molto complessa nel suo insieme, infatti le vertebre cervicali sono sorrette e collegate a un apparato muscolare e articolare chiamatofascia cervicale che ha il compito di permettere i movimenti della testa, delle scapole e della parte superiore delle braccia, la fascia cervicale si divide in tre strati che hanno una profondità diversa, queste sono: Fascia cervicale superficiale, Fascia cervicale media e Fascia cervicale profonda.

I disturbi dolorosi possono di conseguenza essere più o meno intensi a seconda del grado di infiammazione dei tessuti interessati, e possono essere quindi “leggeri” o “invalidanti temporaneamente” quando si manifestano in modo esteso.

Cosa c’entrano i climatizzatori?

Come abbiamo già accennato sopra, non è certamente l’uso del climatizzatore a provocare i fastidi al collo, ma questi apparati possono incidere sulla salute del collo stesso se adoperati in modo sbagliato. Ecco alcune cose da evitare nell’uso del condizionatore:

  • Evitare di regolare la temperatura in modo eccessivamente freddo
  • Evitare di raffreddare troppo un locale rispetto ad un altro per non provocare repentini cambi di temperatura
  • Evitare di puntare il getto d’aria fredda direttamente sul proprio corpo e ancor di più sul collo o sulla testa
  • Evitare di stazionare nei locali climatizzati con capelli umidi o bagnati
  • Evitare di stare senza maglietta nel locale climatizzato

Dunque un utilizzo oculato e responsabile del climatizzatore può incidere positivamente sulla salute del nostro collo e non solo, e contestualmente può regalarci un ambiente comodo e meglio fruibile.

Tags: , , , , ,

Segui Projectvar su:

Iscriviti alla nostra newsletter e-mail per ricevere gli aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento

Lascia un commento